Firenze, BTO 2012 – Zenvioo

Ho partecipato per il secondo anno in veste di blogger, alla BTO 2012 che si è svolta nella splendida Firenze il 29 e 30 Novembre 2012. Dopo aver studiato il programma dei seminari disponibili, il primo giorno ho deciso di seguire il lancio di Zenvioo.

Ho partecipato per il secondo anno in veste di blogger, alla BTO 2012 che si è svolta nella splendida Firenze il 29 e 30 Novembre 2012. Dopo aver studiato il programma dei seminari disponibili, il primo giorno ho deciso di seguire il lancio di Zenvioo. Cosa è Zenvioo? Gli ideatori lo definiscono Online Social Travel. Al momento, è importante sapere che si tratta di una piattaforma che sarà a disposizione ( nei prossimi mesi ) degli alberghi, per poter vendere le proprie camere, utilizzando come leva i vari Social Media.

Firenze BTO 2012 Zenvioo

Cerchiamo di capirne meglio il funzionamento:

Io albergatore metto a disposizione della piattaforma Zenvioo un determinato numero di pacchetti per un periodo specifico; ad esempio camera in B&B per 2 notti, cena degustazione, 1 massaggio.

Ipotizziamo di concedere alla piattaforma 11 camere dal 18 al 20 Maggio.

Dopo aver stabilito quanti pacchetti mettere a disposizione, dovremo stabilire una tariffa minima e massima.

Se necessario, l’albergatore potrà ridurre il contingente messo a disposizione o chiudere l’offerta.

L’albergatore potrà gestire questi passaggi in modo autonomo, tramite il back office della piattaforma.

Vediamo adesso cosa succede praticamente e quali possono essere i vantaggi della piattaforma, sia dal lato del potenziale cliente che dalla prospettiva dell’albergatore.

Casual Groupage:

Cosa intendono gli ideatori di Zenvioo con la definizione di Casual Groupage?

In pratica, ogni viaggiatore prenota individualmente con carta di credito. L’albergatore riceverà una rooming list di tutte le prenotazioni effettuate da singoli viaggiatori come se fosse un gruppo.

In questo caso, il vantaggio per l’albergatore, è quello di pianificare con più facilità i servizi previsti per determinate date ed ottimizzare le risorse a disposizione.

Il vantaggio del cliente probabilmente, sarà quello di acquistare un pacchetto con tariffe competitive.

Dynamic Price Drops

Cosa intendono gli ideatori di Zenvioo con la definizione Dynamic Price Drops?

Come avevamo detto all’inizio, l’albergatore inserirà nel sistema una tariffa minima, ad esempio 100 Euro ed una tariffa massima ad esempio 150 Euro.

La differenza tra tariffa minima e massima, sarà di 50 Euro. Il sistema scorporerà 40 Euro ( ovvero 80 % del valore ) a vantaggio di chi acquista un altro pacchetto.

Mi spiego meglio:

L’esempio fa riferimento ad un contingente di 11 camere.

In pratica ad ogni prenotazione effettuata, la tariffa verrà ridotta di 4 Euro. Lo stesso varrà anche per chi ha prenotato in precedenza.

Quindi, se ho prenotato alla tariffa di 150 Euro ed un mio amico, oppure un perfetto sconosciuto, prenota successivamente il pacchetto, la mia tariffa non sarà più 150 Euro , ma bensì 146 Euro.

Lo sconto sarà dinamico e legato alla vendita del contingente di camere, fino ad arrivare alla tariffa minima stabilita dall’albergo, in questo caso 110 Euro.

Quindi, il vantaggio per il potenziale cliente, è quello di aver acquistato un pacchetto, la cui tariffa diminuirà ogni volta che un altro cliente farà una prenotazione dello stesso pacchetto tramite Zenvioo.

A questo punto, avendo la consapevolezza che, ad ogni nuova prenotazione la mia tariffa scende, saro ben lieto di far girare la notizia ai miei contatti, ai mie amici su Facebook o su altri Social Media.

Zenvioo ha pensato ad un ulteriore sconto per chi decide “condividere la notizia ai propri contatti, premiando il cliente con un ulteriore sconto di 2 Euro sulla tariffa.

In pratica chi ha prenotato, riceverà una mail dedicata con l’invito a fare un semplice click sulla dicitura “Dillo ai tuoi amici ed il prezzo scende di altri 2 Euro”. Il cliente clicca e, previo consenso, verrà inserito un messaggio sulla sulla propria bacheca, comunicando ai propri contatti, quanto sia interessante e conveniente prenotare con questa modalità.

Questo meccanismo renderà ovviamente il messaggio virale, a vantaggio dei potenziali clienti ed a vantaggio della visibilità dell’ albergo.

Mi piace molto l’idea di Zenvioo per differenti motivi:

Dal lato albergatore:

Il primo, è quello di mettere a disposizione dei potenziali clienti dei pacchetti, facendo leva anche sui singoli servizi offerti dalla struttura; l’albergatore decide in quali date mettere a disposizioni i pacchetti e non ha restrizioni relativamente alla disponibilità del contingente.

  • L’offerta non farà leva esclusivamente sulla guerra dei prezzi che vediamo sui vari portali come Booking.com, Expedia e così via.
  • Il meccanismo renderà l’offerta virale e credo ci possa essere un buon “ritorno di visibilità” per la struttura.
  • Il prezzo per far parte della piattaforma è di 19 Euro al mese più iva.

Dal lato utente ( potenziale cliente)

Il meccanismo dello sconto dinamico e dello sconto che “premia” il cliente che condivide la notizia sulla propria bacheca, possa essere il giusto incentivo per avere tariffe competitive e godere dei servizi dell’albergo.

Al momento la piattaforma è in fase di beta test, con la collaborazione di alcune decine di alberghi.

Confidiamo di vedere la piattaforma online entro pochi mesi.

Spero di aver spiegato con chiarezza il meccanismo di Zenvioo; se avete domande, lasciate pure un commento sul blog e cercherò di coinvolgere gli ideatori della piattaforma, che sicuramente la conosceranno meglio di me 🙂

Buon lavoro in albergo.

Duilio Galbiati

Lascia un commento sotto per scambiarci qualche idea