+39 328 064 1980
info@lavoroinalbergo.it

Blog di Lavoro in Albergo

Storico-per-Revenue-Management
24 Nov 2011

Revenue Management: La creazione dello storico

/
Pubblicato da

Storico-per-Revenue-ManagementPartecipa alla prossima edizione del  corso operativo di Revenue Management;

Questo post spiegherà passo dopo passo, in modo pratico, come creare uno storico della vostra struttura utilizzando semplicemente Excel.

Questo è un  passo fondamentale per un primo approccio al Revenue Management.

Ricordo qualche consulente, che per fare lo stesso lavoro,  riusciva a guadagnare  centinaia di Euro  a giornata.  Quindi seguite bene quest post, specialmente in tempo di crisi 🙂

Cosa serve per poter iniziare ad utilizzare un approccio revenue alla nostra struttura ricettiva?Prima di tutto uno storico, infatti per poter ottimizzare le nostre entrate, dobbiamo prima conoscerele ed analizzarele. Se non doveste possedere questi dati iniziate a creare da oggi un vostro storico.Quindi se avete a disposizione dati delle chiusure mensili degli anni o mesi passati, oppure semplicemente dati che rispecchiano la condizione della vostra struttura giorno per giorno, armatevi di santa pazienza ed inserite questi dati in un foglio excel.Ma quali sono i dati che ci possono essere utili per quest’analisi?Ovviamenti gli indici che abbiamo affrontato negli articoli precedenti, bene ipotizziamo allora di gestire una struttura di 15 camere.La nostra disponibilità totale per Luglio è di 15 camere x 31 giorni = 465 camereSappiamo dai nostri dati che abbiamo venduto durante tutto il mese 325 camere, cosa possiamo conoscere utilizzando questi due valori?Esatto la nostra occupazione, che calcoliamo facilmente dividendo le camere vendute per la disponibilità totale e moltiplicando il tutto per cento 325/465*100= 69.89

A B C D

1

Periodo

Disponibilità Totale

Notti (Rns)

Occupazione

2

Luglio’11

465

325

69,89%

 
Consigli per Excel: per realizzare questo valore inserite nella cella del risultato, nel nostro caso la D2, la seguente formula =C2/B2*100(cambiate le coordinate delle celle secondo come avete impostato il file, se volete far visualizzare il simbolo della percentuale cliccate il tasto destro, selezionate formato celle e scegliete la percentuale, fate però attenzione ad elimiare dalle formula *100, altrienti il risultato sarà errato)NB: il segno =è parte integrante della formulaBene ora prendiamo il dato più importate di tutto,il RevPar?,NO,l’incasso ossia il totale Revenue ( prendiamo solo il fatturato proveniente dalle camere ), ipotizziamo € 40.000,00 Ora abbiamo veramente tutto quello che ci serve per impostare una nostro file excel per la creazione del nostro storico, che vi assicuro tornerà estremamente utile nel futuro della gestione della nostra struttura.Quindi come ci calcoliamo ora il nostro ADR (Average Daily Rate) ossia il Ricavo medio per camera?Perfetto, dividiamo il Totale Revenue per il numero di camere vendute ed otteniamo il nostro valore: € 123.08
 

A

B

C

D

E

F

1

Periodo

Disponibilità Totale

Notti (Rns)

Occupazione

Total Revenue

ADR

2

Luglio’11

465

325

69,89%

40.000,00

123,08

 
Consigli per Excel: per realizzare questo valore inserite nella cella del risultato, nel nostro caso la F2, la seguente formula =E2/C2 Ci manca un solo indice per portare a termine la nostra tabella,,come poteva mancare il RevPArche a differenza dell’ADR si divide per il numero delle disponibilità totali quindi per 465.Questo perchè concettualmente dobbiamo ragionare a struttura e non a singole camere. Quindi dividiamo € 40.000,00 per 465 ed otteniamo € 86,02 come si vede è molto meno incoraggiante dei precedenti € 123,00 che ora ci appaiono solo come un obiettivo in termini di RevPArNB: Possiamo ottenere lo stesso risultato moltiplicando l’ADR per l’occupazione.
 

A

B

C

D

E

F

G

1

Periodo

Disponibilità Totale

Notti (Rns)

Occupazione

Total Revenue

ADR

RevPar

2

Luglio’11

465

325

69,89%

40.000,00

123,08

86,02

 
Consigli per Excel: per realizzare questo valore inserite nella cella del risultato, nel nostro caso la G2, la seguente formula =E2/B2 Ora abbiamo la nostra semplice tabella per archiviare o ordinare i nostri dati storici.Ovviamente potete analizzare qualsiasi periodo qui abbiamo analizzato solo un mese ma se vi serve potete fare più files con periodi diversi, una settimana, un mese, un anno. Anche l’ordine degli indici può essere disposto come meglio credete. Dati molto utili possono essere reperiti presso il sito dell’ Ente Bilaterale del Turismo ( aggiungo qui il link a quello di Roma ma ogni regione ha il suo http://www.ebtl.it/).Per qualsiasi chiarimento vi prego di commentare l’articolo
 
Partecipa alla prossima edizione del Corso Pratico di Revenue Management che si terrà a Firenze.
Se ti è piaciuto questo post,  ti consiglio di leggere cosa è il Revenue Management 

8 Risposte

  1. info@hotelsassi.it

    Salve!!!

    con il vostro aiuto, sono riuscita a creare uno storico per il 2010 e 2011.
    Ho due domande a riguardo:
    1) i calcoli si fanno al lordo delle spese ??? non avendo il ristorante, offriamo solo la colazione, va tolto il costo della colazione???

    2) avendo diversi prezzi per la rack rate, come dovrei fare, una media tra tutti i prezzi disponibili??? tra le stanze (in totyale 35) ho solo 2 suite, dovrei considerare anche questa?

    1. Buongiorno Hotel Sassi e benvenuto nel blog.

      Siamo contenti che il post di Pietro ti abbia aiutato a creare uno storico.

      I calcoli dovrebbero essere fatti al netto di iva e breakfast.

      Ipotizziamo di avere diversi prezzi di vendita. A fine mese voglio calcolare il ricavo medio camera o adr ( average daily rate ).

      Quindi dividerò il totale ricavi camere del mese per il numero di camere vendute (room nights) nello stesso mese.

      Se avrò differenti tipologie di camera, potrò dividere i ricavi generati dalle singole tipologie per il numero di room nights di ogni singola tipologia di camera.

      Spero di esserti stato di aiuto.

      A presto

      Duilio Galbiati

  2. Buona sera sig. Galbiati,

    ancora tanti complimenti per il blog!
    Avrei ancora una domanda da fare in merito al calcolo dei costi colazione:
    poiché il nostro albergo ha due distinti periodi di occupazione (aprile/ottobre è massimo con costo colazione basso, mentre nel quadrimestre invernale è minimo, con costo colazione più alto) è più giusto valutare un costo medio per la colazione lungo tutto l’anno oppure due costi distinti nelle due stagioni?

    1. Buongiorno Vivian,

      Bentornata nel blog.

      Il discorso sui costi per la prima colazione fa riferimento a chi si occupa di Food & Beverage. La domanda non è chiarissima perché potrebbe far riferimento al “Food cost” oppure al costo relativo anche allo staff del reparto che si occupa della prima colazione e così via….

      Se mi invii una mail più specifica ad info@lavoroinalbergo.it cercherò di risponderti io, oppure girerò la mail a qualche collega che si occupa di questi argomenti…..

      A presto

      Duilio Galbiati

  3. Bene ho letto tutto , adesso provo ad impostare il foglio excel da poter compilare in stagione ..speriamo di riuscirci. Le vostre spiegazioni sono così precise e semplice che sembra veramente facile..vi farò sapere.Grazie per ora.

  4. hotellussemburgo@gmail.com

    Gentile Sig. Dilio,

    La ringrazio per la disponibilità.
    Leggendo la sua risposta precedente lei dice che i ricavi Room Divions sono intesi al netto del breakfast e dell’ IVA.
    Mi domando: ma le commissioni che dobbiamo riconoscere alle agenzie on line e i costi della lavanderia perché non devono essere sottratti nel conteggio dei totali ricavi camere?
    Non sarebbe meglio, in realtà, riuscire ad arrivare a quantificare il vero ricavo sulla vendita di una camera?
    Cordialmente,

    massimiliano

    1. Buongiorno Massimiliano e benvenuto nel blog.

      In questo post, ci siamo limitati alla creazione di uno storico dei ricavi della Room Division con l’aiuto di Excel; abbiamo parlato inoltre degli indici come il Revpar, Ricavo Medio Camera, Tasso di Occupazione, che possono aiutarci ad analizzare le performance del nostro hotel in relazione alla vendita delle camere.

      Non parliamo di costi ( commissioni, lavanderia, servizio cortesia, costi personale e così via ) che, sicuramente sono indispensabili in un ottica di controllo di gestione o per esempio per la stesura di un budget.

      In questo caso, il termine corretto dovrebbe essere “Reddito” ovvero Ricavi – costi.

      Spero di esserti stato di aiuto.

      Buon lavoro in albergo!

      Duilio Galbiati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.