Hotel cerca tirocinanti per stare al passo con i tempi

Mi piacerebbe, un giorno, vedere su un sito specializzato per la ricerca di personale alberghiero, il seguente annuncio: Cercasi tirocinanti per esperienza in hotel. Gli stagisti dovranno avere frequentato ottimi corsi di formazione alberghiera. La loro missione sarà quella di informare lo staff ed il management , su come stia cambiando il mercato del turismo e le nuove competenze necessarie per stare al passo con la concorrenza e le esigenze dei clienti.

Mi piacerebbe, un giorno, vedere su un sito specializzato per la ricerca di personale alberghiero, il seguente annuncio:

Cercasi tirocinanti per esperienza in hotel. Gli stagisti dovranno avere frequentato ottimi corsi di formazione alberghiera. La loro missione sarà quella di informare lo staff ed il management , su come stia cambiando il mercato del turismo e le nuove competenze necessarie per stare al passo con la concorrenza e le esigenze dei clienti.

Hotel cerca tirocinante

Ma come? Un hotel ha bisogno di stagisti per stare al passo con i tempi? Cerco di spiegarmi meglio.

Da qualche anno mi occupo di formazione alberghiera; quando gli allievi hanno terminato il tirocinio, gli chiedo come è stata l’esperienza in hotel.

In genere, queste sono alcune delle loro considerazioni:

1) In hotel, non avevano tempo da dedicarmi e molto spesso non sapevo cosa fare.

2) Quando ho fatto presente al capo ricevimento che magari, poteva essere utile l’acquisto di un software per gestire i vari portali, come ci avevano spiegato i docenti nel modulo di “distribuzione e vendita on line“, mi hanno quasi riso in faccia.

3) Il check out era molto veloce e l’addetto non si curava di chiedere al cliente, come fosse stato il soggiorno e se avesse dei suggerimenti per migliorare il servizio. Al momento del check out, ho cercato di fare due chiacchiere con un ospite che ci aveva fatto i complimenti per il servizio, chiedendogli poi di scrivere una recensione su Tripadvisor. Appena il cliente si è allontanato, mi è stato detto che bisogna cercare di essere più veloci in fase di partenza e di non dilungarsi in chiacchiere!

In pratica molti allievi contestavano il fatto che il lavoro in hotel , alcune volte non è organizzato al meglio ed è difficile applicare gli insegnamenti ricevuti ai corsi.

Altri allievi al contrario, hanno trovato dei colleghi ed albergatori intelligenti che hanno capito che quel tirocinante, aveva sicuramente tanto da imparare, ma poteva anche dare il su contributo su alcuni temi, dove aveva ricevuto una formazione adeguata.

Il lavoro in albergo è molto complesso e molto sacrificante. Non è semplice trovare il tempo ( e le risorse economiche) per poter fare nuovi corsi di aggiornamento.

Probabilmente uno stagista in gamba, che arriva da un ottima scuola, potrebbe portare una ventata di novità e qualche piccolo suggerimento per migliorare il servizio , con un ottimo rapporto qualità prezzo! A questo proposito, da poche settimane, è terminato il corso di “Butler il Maggiordomo moderno“, dove ho svolto alcune ore di docenza relative all’accoglienza ed assistenza all’ospite ed all’organizzazione e coordinamento dello staff.

Il corso è stato organizzato da Multimedia Group, in collaborazione con l’Associazione Italiana Maggiordomi.

Dopo il tirocinio in aziende alberghiere ed extralberghiere di altissimo livello, la percentuale di placement alla fine del corso è stata di circa il 70%. Le aziende hanno capito che, questi futuri maggiordomi, potevano essere una risorsa importante all’interno dell’azienda. Leggete pure l’ articolo apparso su “Il Tirreno” che parla del corso di Maggiordomo, tenutosi a Grosseto.

Io addirittura definirei i futuri maggiordomi, un vantaggio competitivo per l’unicità di questa figura professionale, sul mercato dell’ospitalità.

 

 

Secondo voi gli stagisti sono una risorsa? Quale apporto hanno dato alla vostra azienda?

Nel vostro hotel è stato assunto qualche stagista dopo il tirocinio?

Qualcuno di voi ha fatto uno stage in hotel? E’ stata una buona esperienza?

Lasciate pure un commento sul blog.

Duilio Galbiati

Lascia un commento sotto per scambiarci qualche idea